Marzo 2014 – La Repubblica: Barometro “Renzi sfonda in TV”

Articolo a firma di Aldo Fontanarosa, uno dei responsabili dell’Economia di Repubblica.

Non è ancora chiaro se Matteo Renzi riuscirà a mantenere tutti gli impegni presi. Certo, gli italiani lo seguono con curiosità, con timida speranza. E sono soprattutto in tanti. Uno studio della società “Barometro” descrive i primati del Renzi televisivo.

“Porta a Porta”, prima rete Rai, giovedì notte. Renzi ottiene il 25,1% di share. Un italiano su 4, di quelli che erano davanti a un televisore, sceglie lui. E’ il risultato più alto delle ultime 90 puntate del programma di Vespa.

L’età media del pubblico è di 56 anni. Alta (siamo sulla tradizionale RaiUno), ma è pur sempre la più bassa delle ultime 90 puntate. Tre anni meno della media della rete. Tanti laureati, tanti telespettatori tra i benestanti abbonati di Sky (il 22,47% del totale), tanti giovani sotto i 34 anni. Seguito altissimo in Abruzzo, Lazio, Sardegna, tutto sommato anche nella sua Toscana.

Il pubblico è distribuito in modo equilibrato fra tutte le aree del Paese, con qualche cedimento solo nello scettico Nord-Est. Spiega Luigi Ricci, numero 1 di Barometro: “Qualcuno dirà, semplificando, che Vespa trova il nuovo Berlusconi. Ma non sarebbe del tutto corretto”.

“Berlusconi è l’uomo della televisione, il suo habitat naturale; Renzi è un comunicatore 2.0. Lui dice una cosa in TV e la sua squadra già la rilancia in Internet. Il messaggio viene propagato in modo virale e capillare”.

“Il Cavaliere è simpatico e seducente, Renzi impressiona per i suoi riflessi. E’ in campagna elettorale da oltre 10 anni – tra Provincia di Firenze e primarie del Pd – dunque ha una notevole reattività”.

“Renzi ha energia. Nell’autentica maratona televisiva di Vespa, quando scocca l’1 e 36 minuti della notte. lui tiene lo share quasi al 30 per cento. Il fiato e la tenuta, insomma, ci sono. E forse anche dell’altro…”.